.
Annunci online

 
nuvolediparole 
incontri in libertà
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Giulia
squilibri
nuvolebarocche
Milano Valencia. Andata e Ritorno.
fulmini e saette
malainformazione
apocal
Luca Martini
van
watergate
clelia
stefania
esperimento
liberaliperIsraele
barbara
ilsignoredeglianelli
harry
fort
herakleitos
brucaliffo
carlomenegante
panther
stilgar
fuoridalghetto
a.
*VicL*
ilmestierediscrivere
travel
currenti calamo
matilde
...mangino brioches...

Daniele
luxuslinguae
Incipit di Giorgio Levi
ex 2twins
iranian
sharon
Camillo
italianblogsforfreedom
blog sull'ebraismo
insegnareascrivere
arsenicosplinder
nonsoloproust
Israele
trentanni
Informazione corretta
Egypt
lager
Carlo Panella
oz oz
fuoridalghetto
Tblog
debka file
The New York Times
tonibaruch
jericho
L'albero di Anna Frank
emiliaparanoica
deborahfait
diogene
sbloggata
ecarta
Bacco
ombralunare
ape
cambiareasinistra
devor
  cerca

Starbooks





Sto leggendo:
   
" Doppio nodo "

di J. C. Oates
    

 



 

 

 

 

















 

 
   
DIZIONARIO di ITALIANO
cerca:  
   


 

Diario | Libri | Citazioni | Cinema | Appunti | Freudiana | Percorsi di pensiero | Judaica | Racconti. |
 
Diario
1visite.

7 dicembre 2004

Hanukkah, la festa delle luci.

Hanukkah è la festa che cade nel solstizio d’inverno, nel mese di Kislev. Dura otto giorni durante i quali si può lavorare liberamente. Quest’anno va dall’otto al quindici Dicembre corrispondenti al 25 di Kislev e al 3 di Tevèt

Questa festa ricorda la vittoria dei Maccabei sui soldati di Antioco Epifane di Siria nel 168 a. E.V.

Una volta liberi di tornare al proprio culto, nel 165 a.E.V., gli ebrei vollero riconsacrare il Tempio, ma al suo interno trovarono solo un’ampolla d’olio. Miracolosamente questa ampolla durò ben otto giorni, il tempo necessario per preparare altro olio puro.

I maestri del Talmud stabilirono che sia la ritrovata libertà sia il miracolo dell’olio dovevano essere ricordati con otto giorni di festa.

Ogni anno ad Hanukkak, alla sera, sono accese le candele. La prima sera, una candela, la seconda, due e così via fino all’ottavo giorno quando sono accese tutte. Il candelabro ( chanukkà) che le sostiene ha otto bracci più un nono che serve a sostenere lo shammash ovvero il servitore.

Non essendo una festa che trae le proprie origini nel testo biblico, presenta una liturgia  leggera incentrata sulla lettura del Salmo 30.

Hanukkah è una festa molto cara ai bambini e nelle sue sere è consuetudine giocare a dreidel, una trottola che sulle sue facce porta inciso l’acronimo E’ avvenuto un grande prodigio.

 




permalink | inviato da il 7/12/2004 alle 18:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        gennaio