.
Annunci online

 
nuvolediparole 
incontri in libertà
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Giulia
squilibri
nuvolebarocche
Milano Valencia. Andata e Ritorno.
fulmini e saette
malainformazione
apocal
Luca Martini
van
watergate
clelia
stefania
esperimento
liberaliperIsraele
barbara
ilsignoredeglianelli
harry
fort
herakleitos
brucaliffo
carlomenegante
panther
stilgar
fuoridalghetto
a.
*VicL*
ilmestierediscrivere
travel
currenti calamo
matilde
...mangino brioches...

Daniele
luxuslinguae
Incipit di Giorgio Levi
ex 2twins
iranian
sharon
Camillo
italianblogsforfreedom
blog sull'ebraismo
insegnareascrivere
arsenicosplinder
nonsoloproust
Israele
trentanni
Informazione corretta
Egypt
lager
Carlo Panella
oz oz
fuoridalghetto
Tblog
debka file
The New York Times
tonibaruch
jericho
L'albero di Anna Frank
emiliaparanoica
deborahfait
diogene
sbloggata
ecarta
Bacco
ombralunare
ape
cambiareasinistra
devor
  cerca

Starbooks





Sto leggendo:
   
" Doppio nodo "

di J. C. Oates
    

 



 

 

 

 

















 

 
   
DIZIONARIO di ITALIANO
cerca:  
   


 

Diario | Libri | Citazioni | Cinema | Appunti | Freudiana | Percorsi di pensiero | Judaica | Racconti. |
 
Diario
1visite.

14 luglio 2005

Una piacevole sorpresa.

L’ultima estate. Ricordi di un’amicizia è un delizioso piccolo film di Pete Jones.

Narra la storia di Pete, un bambino cattolico che vuole assolutamente guadagnarsi il Paradiso con una buona azione. Teme di poter finire all’Inferno e i continui rimproveri di Suor Maria, la sua insegnante di terza elementare, lo convincono sempre di più che deve fare qualcosa per salvarsi. Così va alla ricerca di una missione da portare a termine e conquistare il premio più alto.

Pete, che vive a Chicago con la sua numerosissima famiglia di origine irlandese, alla fine sceglie: dedicherà l’estate alla conversione di Danny, il figlio del Rabbino Jacobsen.

E’ la calda estate del 1976 e, senza farsi attirare dal richiamo delle sirene del torneo di baseball a cui partecipa anche suo fratello Patrick, ogni giorno inforca la bicicletta, raggiunge il quartiere ebraico e s’incontra con Danny.

I due piccoli, com’è naturale, fanno amicizia e Danny, ammalato di leucemia, si lascia affascinare dalla missione di Pete.

L’idea di conquistare il Paradiso insieme a Pete gli piace e per questo segue con entusiasmo il nuovo amico in una serie di prove strampalate per dimostrare di essere pronto ad essere accolto da Gesù.

Pete e Danny appartengono a due mondi diversi che, seppur vicini, si sono ignorati da sempre e le difficoltà non mancano, ma, una volta tanto, l’intelligenza degli adulti riesce a superarle.

La loro capacità di comprendere la realtà delle cose al di là delle ingannevoli apparenze permette di riconoscersi, di scavalcare gli steccati senza dimenticare se stessi e la propria identità e, soprattutto, dà a Pete e Danny la possibilità di vivere la loro estate di amicizia.

 

Il film, prodotto da Ben Affleck e Matt Damon, è l’opera prima di Pete Jones; la sceneggiatura è stata scelta tra le migliaia pervenute al concorso Project Greenlight che ha lo scopo di individuare e lanciare nuovi giovani registi.

 




permalink | inviato da il 14/7/2005 alle 16:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno        agosto