.
Annunci online

 
nuvolediparole 
incontri in libertà
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Giulia
squilibri
nuvolebarocche
Milano Valencia. Andata e Ritorno.
fulmini e saette
malainformazione
apocal
Luca Martini
van
watergate
clelia
stefania
esperimento
liberaliperIsraele
barbara
ilsignoredeglianelli
harry
fort
herakleitos
brucaliffo
carlomenegante
panther
stilgar
fuoridalghetto
a.
*VicL*
ilmestierediscrivere
travel
currenti calamo
matilde
...mangino brioches...

Daniele
luxuslinguae
Incipit di Giorgio Levi
ex 2twins
iranian
sharon
Camillo
italianblogsforfreedom
blog sull'ebraismo
insegnareascrivere
arsenicosplinder
nonsoloproust
Israele
trentanni
Informazione corretta
Egypt
lager
Carlo Panella
oz oz
fuoridalghetto
Tblog
debka file
The New York Times
tonibaruch
jericho
L'albero di Anna Frank
emiliaparanoica
deborahfait
diogene
sbloggata
ecarta
Bacco
ombralunare
ape
cambiareasinistra
devor
  cerca

Starbooks





Sto leggendo:
   
" Doppio nodo "

di J. C. Oates
    

 



 

 

 

 

















 

 
   
DIZIONARIO di ITALIANO
cerca:  
   


 

Diario | Libri | Citazioni | Cinema | Appunti | Freudiana | Percorsi di pensiero | Judaica | Racconti. |
 
Diario
1visite.

7 ottobre 2005

A chi spetta il potere?

Sulla base di quale autorità un uomo può comandare, imporre ad altri la propria volontà?

E’ stato questo l’argomento che ho affrontato questa mattina con i miei ragazzini.

Il potere nasce dal basso o proviene dall’alto?

Questione fondamentale nell’ambito delle vicende medievali.
La risposta teocratica, che vede nel potere del papa il potere dominante a cui anche l’imperatore deve sottomettersi, si afferma tra il V e il XIII secolo, poi entra lentamente in crisi.

Una delle voci di questa svolta di pensiero è quella di Marsilio da Padova, le cui parole hanno un suono di forte verità anche oggi.

Non vi è alcuna prova che Dio voglia anche un potere sulla Terra. Lo Stato è un tutto unico e non deve dipendere da un’altra autorità, sia essa pure la Chiesa di Dio […] Chi appartiene allo Stato è il cittadino e non importa nulla che quel cittadino sia o non sia cristiano e credente, perché ai cittadini non spetta di occuparsi dell’aldilà, ma delle proprie faccende terrene.

 

da  Il difensore della pace,  Marsilio da Padova.




permalink | inviato da il 7/10/2005 alle 22:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre