.
Annunci online

 
nuvolediparole 
incontri in libertà
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Giulia
squilibri
nuvolebarocche
Milano Valencia. Andata e Ritorno.
fulmini e saette
malainformazione
apocal
Luca Martini
van
watergate
clelia
stefania
esperimento
liberaliperIsraele
barbara
ilsignoredeglianelli
harry
fort
herakleitos
brucaliffo
carlomenegante
panther
stilgar
fuoridalghetto
a.
*VicL*
ilmestierediscrivere
travel
currenti calamo
matilde
...mangino brioches...

Daniele
luxuslinguae
Incipit di Giorgio Levi
ex 2twins
iranian
sharon
Camillo
italianblogsforfreedom
blog sull'ebraismo
insegnareascrivere
arsenicosplinder
nonsoloproust
Israele
trentanni
Informazione corretta
Egypt
lager
Carlo Panella
oz oz
fuoridalghetto
Tblog
debka file
The New York Times
tonibaruch
jericho
L'albero di Anna Frank
emiliaparanoica
deborahfait
diogene
sbloggata
ecarta
Bacco
ombralunare
ape
cambiareasinistra
devor
  cerca

Starbooks





Sto leggendo:
   
" Doppio nodo "

di J. C. Oates
    

 



 

 

 

 

















 

 
   
DIZIONARIO di ITALIANO
cerca:  
   


 

Diario | Libri | Citazioni | Cinema | Appunti | Freudiana | Percorsi di pensiero | Judaica | Racconti. |
 
Diario
626879visite.

12 dicembre 2005

In fondo alla palude di Joe R. Lansdale.

  

In fondo alla palude di Joe R. Lansdale è un bel romanzo che va oltre i confini del genere thriller. Racconta una storia aspra e dura che si svolge negli anni della Depressione tra uomini e donne che vivono appartati nei propri recinti sociali, economici e culturali.

Tutto accadde, ricordo, negli anni '33 e '34.

Il vecchio Harry ricorda gli avvenimenti tragici e straordinari che hanno inizio nella calda estate del '33 nel Texas orientale, una terra dilaniata dalla povertà e dalla violenza.
Harry vive con i genitori, Jacob e May Lynn, e la sorellina Tom in una casa ai margini del bosco, a qualche chilometro da Marvel Creek, non una vera e propria città, ma l'incrocio fra due strade, Main e West.
Harry ama passare le lunghe giornate estive sul fiume, tra le sue acque fresche e minacciose, a caccia di scoiattoli nel folto degli alberi. Tom lo accompagna condividendo con gioia la vita semplice, ma in fondo felice, del fratello più grande.
Una sera, tornando verso casa, s'imbattono nel cadavere orrendamente sfigurato di una donna nera e, da quel momento, la loro esistenza è sconvolta da una serie di fatti tragici e pericolosi.
In verità, la morte di una donna nera non interessa a nessuno, ma il padre di Harry, barbiere, contadino e agente della polizia locale inizia a indagare, scoprendo che la vittima era una prostituta che si vendeva per poco vicino ai binari della ferrovia. Quasi tutti pensano che l'assassino sia un forestiero sceso dal treno e ripartito subito dopo averla uccisa, ma quando, a distanza di poco tempo, vengono trovati altri due cadaveri di donne nere sconciati con la stessa crudeltà, tra i bianchi di Marvel Creek cresce la paura, gonfiata dall'odio razziale.
I bianchi accusano degli omicidi Mose, un vecchio nero, che vive in una baracca sul fiume e, in preda a una follia senza senso, si convincono che la prossima vittima sarà una donna bianca.
Jacob cerca di opporsi, di salvare Mose, ma inutilmente. La sua fine è segnata dalla ferocia di uomini e donne che lo legano, lo calpestano a sangue, lo impiccano a una quercia e lo evirano.
Su Marvel Creek e la contea sembra tornare la pace, ma ben presto, l'assassino riprende a colpire e, questa volta, proprio una donna bianca, la signora Canerton, una vedova ancora giovane e bella.






permalink | inviato da il 12/12/2005 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        gennaio